report

Fanghi-2.jpg

20/01/2022

La puntata andata in onda il 10 Gennaio su Report, ha messo in luce i risultati delle indagini delle Procure di Brescia, Lodi e Pavia relative agli sversamenti di fanghi prodotti dagli scarti di lavorazione di molte filiere produttive, come quello della concia delle pelli per esempio, che benché siano fuori norma in quanto tossici sono utilizzati come fertilizzanti per i terreni agricoli. Cosi sintetizza l’inchiesta di Report:

centinaia di migliaia di tonnellate di fanghi e gessi fuori norma e inquinati da sostanze tossiche che sono state sversate sui terreni del nord Italia, in quattro regioni e centinaia di province. Le inchieste sono partite dalle denunce degli abitanti che per anni hanno subito i miasmi provenienti dai centri di trattamento di fanghi e gessi sotto inchiesta. Report ha ricostruito la filiera dei fanghi “tal quale” e quella del prodotto diventato gesso di defecazione, una pratica ormai consolidata che si muove in un vuoto normativo, come ha ammesso lo stesso ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani. Quest’anno entrerà in vigore un nuovo regolamento europeo, ma ogni Stato può continuare a utilizzarli secondo le proprie normative nazionali. E se in Spagna, Gran Bretagna e Irlanda sono largamente impiegati come fertilizzanti, in Olanda, Belgio e Svizzera preferiscono incenerirli. E l’Italia come si comporta? I fanghi dei depuratori civili e industriali possono essere recuperati in agricoltura come concime perché contengono azoto e fosforo utili ai terreni, ma anche una serie di inquinanti, metalli pesanti, idrocarburi e PCB considerati cancerogeni. Una legge del 2018 ha stabilito dei limiti per queste sostanze, ma se trattato, il fango diventa gesso e può essere utilizzato come un fertilizzante e sfuggire ai controlli severi che invece ci sono per i fanghi tal quale.

Un’assurdità che fa rabbrividire se si pensa che i cibi nel nostro piatto possono essere cresciuti nutrendosi di arsenico, cadmio e polimeri (per  citare solo alcune delle sostanze tossiche presenti nei gessi da defecazione che finiscono direttamente nel nostro organismo)


DATI SOCIETARI

SOCIETA’ AGRICOLA TIP’ORTO S.S.
Via Ponte 17 – Annone Di Brianza (LC)
P.IVA 03531090136
REA 319490 (LC)
Email: info@tiporto.eu
PEC: tiporto@legalmail.it

TERMINI E CONDIZIONI

0
Carrello